Il sentiero permette di godere di un panorama unico su tutto il versante sud delle Marmarole, sul gruppo dei Brentoni, sul gruppo del Cridola e sugli Spalti di Toro. Nota: nella compilazione degli itinerari che vi raccontiamo teniamo sempre conto delle difficoltà obbiettive (da non confondersi con i pericoli soggettivi / oggettivi) e non di quelle soggettive, cerchiamo comunque di riportare quelle usate ufficialmente, cioè da fonti ufficiali, quali il CAI/SAT o Guide Alpine, libri specializzati di montagna e escursioni. Gruppo Montuoso: Marmarole Cartina: Tabacco foglio 016 Dolomiti del Centro Cadore Segnavia: n. 28 per il Rifugio Ciareido, n.33 Parco della Memoria -272 CAI per il Rifugio Baion Tipologia sentiero: Escursionistico Quota partenza: 1827 s.l.m. SALITA ALLA MATTINA. Al Rifugio G.Chiggiato dalla Val D'Oten per un percorso ad anello molto panoramico sulle Marmarole, Antelao ma anche sugli Spalti di Toro e Monfalconi a Sud. Lungo il sentiero si attraversa il tratto attrezzato percorso dal Papa Giovanni Paolo II. Sentiero Alpinistico Qui ci si arriva anche in auto per strada sterrata da Pian de Buoi e Rifugio Ciareido, ma noi siamo montanari e ci siamo arrivati a piedi (“col caval di san Francesco” diceva la nonna di Paola). Continuando quasi sempre in discesa arriviamo al Rifugio Baion (mt 1826), adagiato su un ampio spazio prativo sul Col de San Piero ed alle falde sud orientali del Monte Ciastelìn. Dal Chiggiato si prosegue per il sentiero n. 262 che permette di attraversare buona parte delle Marmarole, tra ghiaioni e baranci, con due brevi tratti attrezzati, fino ad arrivare al Rifugio Baion. Sentiero numero: CAI 248 – 264 – 262 – 261 Altri progetti 1 lo hanno fatto francesco lincesso; Vedi tutti . Il rifugio è anche punto di appoggio per l'alta via n. 5. Da Pian dei Buoi, Lozzo di Cadore: dal centro del paese si prende la strada asfaltata che in circa 45 minuti porta a Pian dei Buoi e poi al Rifugio Baion, dove si può ...Il Rifugio sorge ai piedi delle Marmarole, sopra Calalzo di Cadore, ed è un importante punto di partenza per emozionanti escursioni. Data: 20-6-2020 Cima: Coi Cervera 1920 m s.l.m. Baion visto dal drone Photo by Dirk Schäfer . Da Calalzo - strada per la Val d'Oten - al bivio a destra lungo la Val Vedessana (per un'alternativa) Da Lozzo di Cadore - Pian dei Buoi - rifugio Baion mt. Il rifugio è anche punto di appoggio per l'alta via n. 5. IN MERITO ALL'EMERGENZA MALTEMPO Ore 8,00 di sabato 27 luglio. Qui pensiamo di meritarci oltre al nostro pranzo al sacco un bel piatto di polenta e formaggio fritto, una birra e la compagnia del cane Jack che si mette sotto la panca, come già aveva fatto prima con gli altri clienti: ingolla felice ogni boccone che gli passiamo, dalla polenta alla mela, cosa volere di più dalla vita? Sentiero CAI 261 - Stua (1.120) / Costapiana (1.350). Da oltre 20 anni la gestione è della famiglia Dino & Lucia Nassivera di Forni di Sotto ( … Inverno. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. Ora, col sentiero in leggera discesa, arriviamo al sospirato Chiggiato m. 1911 s.l.m che ci risolleva con l’ospitalità dei gestori e il magnifico panorama. Da Domegge dalla località Deppo sulla strada che porta fino al rifugio Baion, da li il sentiero n° 272 vi condurrà al rifugio Ciareido, oppure seguendo la strada che porta a Pian dei Buoi. Dai Tabià Stua (m. 1125) si prende il sent. Il Rifugio Baion è dedicato a Elio Boni, bella figura d'alpinista e sindaco di Domegge di Cadore. Gianni e Dino Chiggiato, padre e figlio, il primo per molti anni animatore e presidente della Sez. Quota da raggiungere:… Dedicato a Elio Boni, alpinista cadorino ed ex sindaco di Domegge, il rifugio Baion si trova sulle falde meridionali del Ciastelin, ad un’altitudine di 1825 mt. La successiva traversata al rifugio Bajon è nata per caso, volendo tornare per un percorso diverso alla macchina. del CAI anche grazie al contributo della famiglia Chiggiato, affiancato nell’inverno 1986 dal Biv. La vista, già qui maestosa, diventa ancor più ampia dal vicino rifugio Baion – raggiunto con qualche facile chilometro di strada forestale – dal quale si possono ammirare il monte Antelao e tutta la parete sud delle Marmarole. Nei mesi di luglio e agosto la salita a Pian dei Buoi è regolata dal senso unico alternato: si sale dalle 9.00 alle 13.00 e si scende dalle 14.00 alle 17.00. Comunque meglio assicurare bambini e persone meno esperte. – E’ un itinerario a tema specifico prevalente (naturalistico, glaciologico, geologico, storico, religioso) di chiaro scopo didattico formativo. Baion visto dal drone Photo by Dirk Schäfer . Dal centro di Calalzo seguiamo in ... Indirizzo: Trento, Italia P.iva: 01838170221 Email: info@visitdolomiti.info. Arrivati al Pian dei Buoi dovete proseguire verso il Rifugio Baion e parcheggiare nei pressi. Inverno. Al bivio si prosegue a sinistra, per una splendida passeggiata di circa 2 ore tra ...Una terrazza naturale a due passi dal cielo. Dal monte Agudo con il sentiero n°271 fino a "Pian dela Mandra" poi seguendo la strada segnalata con il n. 1262 che porta a "forcella bassa " per poi proseguire per Pian dei Buoi. Da Calalzo - strada per la Val d'Oten - al bivio a destra lungo la Val Vedessana (per un'alternativa) Da Lozzo di Cadore - Pian dei Buoi - rifugio Baion mt. Il rifugio Baion - Elio Boni si trova ai piedi delle Marmarole a circa 1800 m di altezza nel territorio del comune di Domegge di Cadore. Passare dal bosco fitto ad una vallata che a 360 gradi ci regala un panorama sulle più belle vette delle Dolomiti..beh..è qualcosa di unico. dal parcheggio di La Stua prendiamo a destra oltrepassando il torrente Ru de la Vedessana e poi ci inerpichiamo su per il Giau Stretto, fino a circa 1300 m.s.l.m dove il sentiero 248 esce dal torrente Giau che sembra essere stato devastato da una possente mano: …grandi massi, alberi e sassi ribaltati, divelti e trascinati… invece la colpa è del uomo che non cura più la montagna, per fortuna gli stessi umani lo stanno risistemando. Si sviluppa nelle immediate vicinanze di paesi, località turistiche, vie di comunicazione e riveste particolare interesse per passeggiate facili di tipo culturale o turistico – ricreativo (nella scala di difficoltà CAI è classificato T – itinerario escursionistico – turistico). Info Utili. Passare dal bosco fitto ad una vallata che a 360 gradi ci regala un panorama sulle più belle vette delle Dolomiti..beh..è qualcosa di unico. Quota di partenza: 1150 m.s.l.m RIFUGIO CHIGGIATO – RIFUGIO BAION ... Poco più in la il rifugio Chiggiato 1911 m, offre la possibilità di un rapido ristoro. Sentiero con infissi (funi corrimano e brevi scale) che però non snaturano la continuità del percorso EE – itinerario per Escursionisti Esperti. L’apertura estiva va da inizio giugno a fine settembre. Altri progetti [modifica | modifica wikitesto] al Comune e alla conseguente perdita della denominazione di rifugio del Club Alpino Italiano. Baion (m. 1828). Saliamo di pochi metri fino alla prativa Pala del Bèco e poi tutta discesa per sentiero 261 nel bosco fino al parcheggio di La Stua. – La Traccia, Escursioni e Viaggi. Sal e Paola. Non c’è bisogno del set da ferrata, ma piede fermo e assenza di vertigini per questi tratti brevi ma esposti. ... più tranquilla lungo tutto il vallone su tracce e alcuni segnavia fino ai primi mughi a congiungersi al sottostante sentiero n.262 AV5 che collega i rifugi Baion-Boni a sinistra e Chiggiato a destra (1920mt-40') .Tecnica, equipaggiamento, relazioni, foto e altro ancora sul mondo delle vie Ferrate. Facile – F = tracciato molto protetto, ben segnato, poco esposto e dove le strutture metalliche si limitano al solo cavo e/o catena fissati unicamente per migliorare la sicurezza, ma che potrebbero essere evitati (o non usati) se percorsi da alpinisti esperti. Il percorso sale per i boschi a nord-ovest del Col Negro e così la maggior parte della salita verrà fatta all'ombra dei boschi di conifere. Lungo questo sentiero, a quota 1750m ca, si trova l'unica sorgente di acqua ritenuta potabile delle Marmarole Occidentali. Cartina: Tabacco Foglio 016  Dolomiti del Centro Cadore – (T) o turistico, Itinerario di ambito locale su carrarecce, mulattiere o evidenti sentieri. Rifugio Baion, Domegge di Cadore: su Tripadvisor trovi 5 recensioni imparziali su Rifugio Baion, con punteggio 4,5 su 5 e al n.10 su 15 ristoranti a Domegge di Cadore. Continuano a salire fino ad arrivare, dopo un ora e mezza di salita (tempi CAI dichiarano due ore) al Rifugio Chiggiato. Pian dei Buoi Anello dal Rifugio Ciareido al Baion Data: 20-6-2020 Cima: Coi Cervera 1920 m s.l.m. 1 Storia; 2 Accessi; 3 Ascensioni; 4 Traversate; 5 Altri progetti; 6 Collegamenti esterni. Pian dei Buoi Anello dal Rifugio Ciareido al Baion. Lungo questo sentiero, a quota 1750m ca, si trova l'unica sorgente di acqua ritenuta potabile delle Marmarole Occidentali. ...indicata al bivio come variante. è classificato E – itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche). Autobus. Contatta il Rifugio. ( Chiudi sessione /  Il Rifugio Baion è dedicato a Elio Boni, bella figura d'alpinista e sindaco di Domegge di Cadore. Data: 14-10-2017 28/07/2019 . Comunque meglio assicurare bambini e persone meno esperte. Porta il nome dell’alpinista Giovanni Chiggiato, compagno di scalate dei fratelli Fanton. Proseguiamo a destra per il sentiero percorso nel 1988 anche da papa Wojtyla, come ricorda una targa. dal parcheggio di La Stua prendiamo a destra oltrepassando il torrente Ru de la Vedessana e poi ci inerpichiamo su per il Giau Stretto, fino a circa 1300 m.s.l.m dove il sentiero 248 esce dal torrente Giau che sembra essere stato devastato da una possente mano: …grandi massi, alberi e sassi ribaltati, divelti e trascinati… invece la colpa è del uomo che non cura più la montagna, per fortuna gli stessi umani lo stanno risistemando. Info Utili. Poi camminiamo lungamente sempre con una bellissima vista sulle cime e sui paesi di fondovalle fino a raggiungere Forcella Sacù m 1936 s.l.m. Attenzione! Dislivello: 887 m, (126 m negativo) totale 1013 m diversi saliscendi 1.828 - sentero x Chiggiato (tragitto con meno dislivello e più panoramico) La vista, già qui maestosa, diventa ancor più ampia dal vicino rifugio Baion – raggiunto con qualche facile chilometro di strada forestale – dal quale si possono ammirare il monte Antelao e tutta la parete sud delle Marmarole. Estate. salita dal rifugio 900mt più ... Al rifugio Chiggiato -1911mt- si arriva con tempi da 1.30h a 2.30h. Finalmente la vista spazia sulle Marmarole e sull’Anelato e sui bei pascoli circostanti. 61 persone ne parlano. Sistemato scarponi e zaino iniziamo la nostra camminata seguendo fedelmente le indicazioni per il rifugio, immersi da una vegetazione di pini mughi, e il corso del torrente che in questa stagione è quasi a secco. (E.E.) 1.911 per due sentieri diversi..costeggiando la base delle Marmarole da Lozzo a Calalzo. Contatta il Rifugio. Chiggiato - SudEst. Tempo*: in giornata 9.00 ore con calma Gruppo Montuoso: Marmarole Altri progetti [modifica | modifica wikitesto] 11 nov 2016 - L'escursione al rifugio Chiggiato permette di entrare a stretto contatto con un mondo di dolomia poco conosciuto ai più: siamo nel regno delle Marmarole, un gruppo dolomitico che si estende nel cuore del Cadore, e che sarà il protagonista della nostra escursione di oggi. Salita al Rifugio. ( Chiudi sessione /  Bello e divertente. Rifugio BAION – Rifugio CHIGGIATO 2:00 h 150 m 70 m Partiti dal Rifugio, si scende per il sentiero 262, su traccia spesso scivolosa, a un torrentello, si attraversa dapprima una valletta erbosa e quindi un boschetto di conifere. Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. Chiggiato - Ovest. Il rifugio una volta era una malga adibita al pascolo delle mucche. Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie, Campitello di Fassa - Col Rodella - Sellajoch. Chiggiato - Nordovest. Sentiero Escursionistico – (E.E.A) Itinerario che conduce l’alpinista su pareti rocciose o su creste e cenge, preventivamente attrezzate con funi e/o scale senza le quali il procedere costituirebbe una vera e propria arrampicata. Estate. Altri progetti Forcella Bassa e al rifugio • da Calalzo di Cadore-La Stua, 1125 m, ore 2- 2.15 E (dal Ponte Val Vedessana ore 3.15 T) con sent 248 alla Forcella Bassa e a sinistra per carrareccia (s. 264) • da Auronzo di Cadore-Val Da Rin (Chalet “La Primula”) ore 4.30-5 E : per rotabile, al bivio per Tabià da Rin diritti Sentiero Attrezzato Ciareido con strappi impegnativi che ci portano dai 1800m ai quasi 2000 del rifugio in poco più di 1 km. Località: Calalzo di Cadore La Stua Guide Alpine. Copertura cellulare: parziale Baion, la prima parte è in salita pedalabile, poi dal wpt G (bivio a sx) al wpt H (rif. Rifugio Chiggiato, Rifugio Baion, Casera d'Aieròn ... Lungo il sentiero si attraversa il tratto attrezzato percorso dal Papa Giovanni Paolo II. Rifugio Bajon, Domegge di Cadore: su Tripadvisor trovi 69 recensioni imparziali su Rifugio Bajon, con punteggio 4 su 5 e al n.9 su 15 ristoranti a Domegge di Cadore.